Allena il tuo corpo e scolpisci le zone critiche con il circuito PHA

Si tratta di una formula di allenamento che attiva potentemente la circolazione e risulta perfetta pertanto per chi desidera snellire la figura e modellarla. Sono sufficienti 3 esercizi, da ripetere più volte a circuito.

Se non sapete cos’è un allenamento “PHA”, continuate a leggere questo articolo. 

Il Pha è un sistema di allenamento efficace non soltanto per modellare la muscolatura, ma anche per riattivare la circolazione, innescando i meccanismi metabolici che portano ai benefici estetici che tutti conosciamo.

Pha è l’acronimo sta per “Periferic Heart Action”: consiste nel sottoporre l’organismo a stimoli che interessano, a rotazione, distretti muscolari distanti fra loro. Ciò produce un rapido flusso di sangue da una zona all’altra, determinando una potente riattivazione circolatoria.

Quali sono i benefici? Maggiore è il consumo calorico (e, più specificamente, di grassi di deposito), profondo è il drenaggio linfatico (a tutto vantaggio dell’eliminazione di liquidi e tossine dai tessuti), migliore è l’ossigenazione cellulare.

Insomma: la formula ideale soprattutto per le donne che possono ricorrere a questa sequenza per modellare tutto il corpo, con specifico focus su tutte le zone critiche.

Il programma interessa prima la parte bassa del corpo, poi i distretti muscolari superiori, infine il core: questa rapida alternanza si rivela molto utile se volete dimagrire velocemente

Ecco il circuito Pha in 3 tre soli esercizi intensi.

  • In piedi, con la gamba destra piegata e il collo del piede destro appoggiato a una sedia (o analogo supporto) collocato dietro di voi, il braccio sinistro teso in alto con un manubrio (da 1-2 kg) in mano. Eseguite 8 affondi, facendo in modo che il ginocchio sinistro rimanga in linea con il piede (per proteggere l’articolazione del ginocchio) e che il busto sia sempre verticale. Espirate quando spingete verso l’alto. Cambio gamba.
  • In piedi, con due manubri da 2-3 kg (uno per mano). Eseguite prima una tirata verso il mento, piegando i gomiti, facendo scivolare i pesi contro il busto e avvicinando le mani al viso, poi ruotate le mani con i palmi in avanti ed effettuate una spinta delle braccia in alto, portandole tese e vicine alle orecchie. Mentre le spalle lavorano, stabilizzate il corpo con gli addominali e i lombari. Espirate nella fase di spinta verso l’alto. Completate 8 ripetizioni.
  • Seduti su una sedia (priva di schienale) o su una panca. Mani dietro alla nuca, gambe sollevate con le ginocchia leggermente piegate verso il petto. Partendo da questa posizione di equilibrio (che richiede forte attivazione addominale), inclinate all’indietro il busto e contemporaneamente estendete le gambe in avanti, quanto riuscite. Poi ritornate alla posizione iniziale, avvicinando le cosce al petto. Espirate in fase di “chiusura su voi stesse” e ripetete 8 volte.

Dopo una pausa di 45 secondi, ripetete il circuito almeno altre 3 volte. Se volete intensificarlo, aumentate le ripetizioni ad ogni giro.